Chi siamo

Da una lunga tradizione di una famiglia di imprenditori, attiva in vari campi sin dagli anni '40, nasce, finalmente, a Firenze, culla dell'arte e della cultura, e da 25 anni città d'adozione di parte della famiglia, il nuovo progetto La Recherche.

L'idea è sempre quella di Giacomina, che nell'ormai lontano 1996 decise di iniziare l'avventura in un nuovo settore, trasformando in lavoro la propria passione per l'arredamento, ispirandosi e fondendo insieme le esperienze del casale piemontese e della cascina toscana del '700 con il gusto provenzale e la lunga tradizione dei lini lavorati rigorosamente sul telaio a mano della sua terra, la Sardegna.

Oggi, però, con la nuova generazione, La Recherche non è solo questo, ma un concept che si evolve costantemente con nuove idee e nuove esperienze, che si aggiungono a completare, pur non stravolgendola, l'idea iniziale.

Nasce, così, la produzione di mobili su misura con le tradizionali tecniche di costruzione degli antichi maestri, rigorosamente in legno massello. La scelta delle essenze, castagno, rovere, abete, pioppo, noce, pero dipende dalla finitura e dagli effetti che vogliamo ottenere secondo l'idea di casa studiata per il cliente. Il ferro battuto è rigorosamente lavorato a caldo usando forgia incudine martello e poco altro...il gusto e la sensibilità dell'artigiano ispirati alla bellezza della semplicità. I tessuti, lana, cotone e misto lino, lavorati sul telaio a mano per confezionare tende, tappeti, copricuscini, tovaglie, biancheria per il letto, sono esclusivamente bianchi o crudo per dare un'idea rigorosa di semplice eleganza. Distintivo è, poi, il recupero di vecchi legni, porte, travi di soffitto, correnti, pavimenti, pareti di fienili per dare alle nostre creazioni il fascino e il sapore inconfondibile ( e non riproducibile ) del tempo.

Il nuovo progetto, nel solco della tradizione, ha fortemente voluto essere presente in Sardegna, per continuare ad offrire amore per i dettagli, dedizione, gusto e sensibilità estetica, passione per la bellezza, al cliente esigente, che desideri arredare una prestigiosa villa in Costa Smeralda come un affascinante appartamento affacciato sul porto a Porto Rotondo, un tradizionale stazzo gallurese come una casa al mare a Stintino, a Capo Caccia o in Piazza Civica ad Alghero. Da qui la scelta di riqualificare una delle residenze di famiglia, una casa di 400 metri quadrati su quattro livelli in zona residenziale, in una struttura polifunzionale ( nuovi progetti sono già all'orizzonte), dove è stata allestita la nuova showroom ( e dove Giovanni, avvocato e amante del diritto, fedele alla sua passione, continua ad esercitare la sua professione). Appena fuori dal caos della zona industriale, dove la vita rallenta, la showroom si affaccia su un giardino sonnolento all'ombra di una giovane vecchia quercia, dove i merli dimorano quieti e dove si può incontrare Artù, un nostro giovane amico, che, nelle sue scorribande di caccia, non dimentica mai un saluto. L'intento è quello di portare a compimento il processo, iniziato da Giacomina, per cui le esperienze della casa venivano trasferite direttamente nel negozio. Continuato, poi, con la scelta di allestire la showroom non come un vero e proprio negozio, ma piuttosto come una casa che avvolge e coccola con il suo calore. Come nel 2003, quando decise di restaurare la piccola boutique in centro, ispirandosi al box di un cavallo delle scuderie dell'allevamento di famiglia: vecchio cotto in terra, intonaci bianchi screpolati e rovinati naturalmente dal tempo dai mattoni di tufo sottostanti, tracce di muffa ( ovviamente tenuta a bada! ), anelli di ferro battuto alle pareti, infissi di castagno per gli esterni e porte di fienile per gli interni. Ecco che il cliente aveva l'idea di entrare non in un negozio ( anche la cassa non era visibile ), ma in un ambiente caldo e sofisticato creato idealmente nella vecchia dimora di un cavallo di razza. Argenti scintillanti, fragranze per ambienti e tessuti a completare l'atmosfera sognante del luogo. Oggi il cerchio si chiude ed è la casa che ha ispirato gli inizi a diventare showroom, avvolgendo il cliente ( l'ospite) con la sua storia, il suo vissuto, il suo fascino, la sua immagine alta, ma non sfarzosa; noi amiamo definirla "rustico in abito bianco".